Società Italiana di Tecnica Bidimensionale
Seguici su

Ricordo di Tony

Anthony A. Gianelly, ispiratore e Presidente Onorario della nostra Società, è mancato improvvisamente per un attacco cardiaco, all’età di 72 anni, nella sua casa di Boston. Lascia la moglie Ernestine, i figli Lisa e Todd e gli amati nipoti William e Matthew.

Nato a Boston il 19 agosto del 1936, terminò gli studi superiori nel 1957 all’Harvard College. Laureatosi nel 1961 in Odontoiatria presso l’Harvard School of Dental Medicine, conseguì nel 1963 la specializzazione in Ortodonzia e, nel 1967, il PhD in Biologia e Biochimica alla Boston University. Nel 1974 si laureò in Medicina presso la Boston University School of Medicine.
Nominato Professore Associato in ortodonzia nel 1967, divenne Professore Ordinario nel 1969. Dal 1968 al 2003, ha diretto continuativamente il Dipartimento di Ortodonzia ed Ortopedia Dentofacciale della Boston University e, dal 2007 fino alla sua scomparsa, ne è stato chairman ad interim.
Riconosciuto a livello internazionale come uno dei grandi Maestri della moderna Ortodonzia, nel corso della sua quarantennale carriera, ha tenuto conferenze e corsi in tutto il mondo ed ha ricevuto per le sue grandissime doti professionali molti premi e riconoscimenti. Tra questi, il “Frankl Award for Excellence” nel 1999, il “Ketcham Award” nel 2004 ed infine, il 3 maggio di quest’anno, al congresso internazionale dell’American Association of Orthodontists a Boston, il prestigioso “Jarabak Award”, un premio che viene assegnato annualmente a coloro che hanno dimostrato grandi capacità nel campo dell’insegnamento, della ricerca e della promozione della specialità.
Autore e co-autore di tre libri: “Biologic Bases of Orthodontics” nel 1971, “Ortodonzia: concetti pratici” nel 1985 e nel 2000 “Bidimensional Technique:Theory and Practice” che rappresenta la summa del suo pensiero ortodontico. Nelle più prestigiose riviste internazionali sono stati pubblicati più di 90 suoi articoli.

Anthony Gianelly, “Tony” per i suoi tanti, affezionati e riconoscenti amici italiani era venuto nel nostro paese per la prima volta nel 1968, invitato dal Dr. Giuseppe Cozzani.
Nel 1969, i Professori Mario e Giuseppe Giancotti lo invitarono a Roma dove, insieme al Dr. Gerald Kramer, tenne una conferenza in seguito alla quale, intuendo le sue doti professionali ed umane, i fratelli Giancotti gli chiesero di tornare in Italia per tenere un vero e proprio corso.
Da quell’anno Tony tornò in Italia numerosissime volte, tanto da eleggere il nostro paese, ed in particolare Roma che amava tanto, a sua seconda patria.
Nel 1982, un gruppo di amici decise di costituire in suo onore una società che i promotori avrebbero voluto chiamare “Amici di Gianelly”, sull’esempio degli “Amici di Brugg”. Tony acconsentì a patto che non figurasse il suo nome perché, disse: “se un grande uomo come Augusto Biaggi non ha voluto avere il suo nome, chi sono io per avere il mio?”.
Se il livello attuale dell’ortodonzia italiana è considerato elevato, lo si deve in gran parte al suo appassionato ed esperto insegnamento. La continua e sincera ricerca della Verità, la sua grandissima disponibilità verso chi lo ascoltava, la mancanza più totale di accademico narcisismo, unite ad una incredibile modestia, una grande simpatia ed una prorompente vitalità ne hanno fatto non solo un Maestro, ma sempre un Amico e molte volte un Padre.
La sua tragica ed inaspettata scomparsa lascia in tutti coloro che lo hanno apprezzato, stimato ed amato un incolmabile vuoto. Non potremo mai dimenticarlo. La sua personalità traspare dalle parole che Tony ha pronunciato, pochi giorni prima della sua scomparsa nel ricevere il premio consegnatogli dall’AAO: “Sono sopraffatto dall’emozione nel ricevere questo premio che, per un accademico, rappresenta il massimo riconoscimento per un lavoro ben fatto. Lo accetto con umiltà e gratitudine. Mi considero molto fortunato perché sono consapevole che vi sono molte persone meritevoli. Quest’anno sono io il fortunato”.
NO ! carissimo Tony, siamo stati noi ad essere fortunati per averti incontrato.

Bye-Bye Tony !

May your soul rest in peace!